Del resto il governo aveva provato ad annunciarlo già con il decreto dignità: il 2019 dovrebbe essere l’anno delle startup.

Nonostante “l’anno delle startup” sia una frase a dir poco abusata, almeno per chi lavora nel settore, questa volta pare ci siano motivi validi per sostenerlo.

L’anno delle startup: cosa farà il Governo?

Per sancire l’anno delle startup il Governo si è dato un obiettivo chiaro, ma di certo non semplice: portare in questo ecosistema un miliardo di euro mobilitando anche risorse della Cassa depositi e prestiti e di soggetti istituzionali come enti previdenziali.

Sembra infatti sia in procinto di nascere un “fondo dei fondi” nazionale, in grado di attivare investimenti italiani in fondi venture capital, che a loro volta investano in startup.

Sebbene si tratti di un periodo ipotetico della possibilità (mancano le norme e i decreti attuativi) è bene ricordare che è dal 2012, l’effettivo anno delle startup con l’introduzione nell’ordinamento giuridico della figura della startup, che non si respirava questo ottimismo da parte degli addetti ai lavori.

Ecco perché questa stagione sarà l’occasione per i venture capital di mostrare i muscoli, e per le startup di dimostrare come possono partecipare alla filiera innovativa nazionale.

L’anno delle startup parte con un programma tv su Sky Uno

In questo contesto si inserisce l’acceleratore B Heroes che, attraverso una trasmissione televisiva, si prefigge l’obiettivo di mostrare i funzionamenti dell’ecosistema startup.

La seconda edizione di B Heroes, il percorso di mentorship rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia, ideato da lm foundation, inizia l’anno nuovo con un evento d’eccezione, un programma televisivo rinnovato e oltre 800mila euro da investire nelle startup più meritevoli.

«Non è un format televisivo» tiene a precisare Fabio Cannavale, CEO e founder del gruppo lastminute.com «il piccolo schermo serve come strumento per raccontare a una platea più vasta l’ecosistema».

Attraverso un percorso di mentorship e di accelerazione, B Heroes vuole favorire la crescita del tessuto imprenditoriale italiano sostenendo le aziende innovative nelle prime fasi di sviluppo e promuovendo una cultura d’impresa.

Le 20 startup selezionate nella sede del Sole 24 Ore parteciperanno a una trasmissione su Sky Uno di quindici puntate.

Le loro storie iniziano ora.

Scopri di più sul mondo delle startup