Ragazzo utilizza piattaforma per audiolibri

Dalle musicassette delle Fiabe sonore ai podcast, il travolgente ritorno degli audiolibri nella nostra penisola.

Quando mi trovo al cinema a vedere un film una delle prime domande che mi faccio è: “ma lui/lei quale altro film ha fatto?”, la seconda riguarda la voce del doppiatore: “dove l’ho già sentito?”. Ma non è solo il grande schermo che mi fa interrogare sui suoni. Infatti, anche nel quotidiano mi basta udire un “ciao” per riconoscere colleghi, amici e, ancor più, i parenti senza avere il bisogno di vederli. La voce è uno strumento potentissimo.

La stessa parola “sentire” viene utilizzata sia per la sfera uditiva che quella emotiva, questo perché il suono trasmette emozioni. È forse partendo da questo presupposto che in molti hanno deciso di puntare sulle piattaforme per audiolibri.

Chi utilizza gli audiolibri e quando?

Immaginate di essere sulla vostra auto e, mentre state tornando dal lavoro, vi trovate imbottigliati nel traffico. Ecco le opzioni tra cui potete scegliere: arrabbiarvi e arrivare a casa in ritardo per la cena, oppure potete decidere di impiegare quel tempo per giocarlo a vostro favore ascoltando un audiolibro. Questo è solo uno dei tanti momenti in cui possiamo favorire degli audiolibri. Il fenomeno si sta diffondendo tra i più giovani, infatti il 48 per cento degli ascoltatori abituali è sotto i 35 anni.

Dove potete trovarli?

Il fenomeno degli audiolibri non è una novità, ma da qualche tempo stanno tornando alla ribalta cambiando rinnovando il formato in cui vengono diffusi. Prima gli audiolibri erano audiocassette e cd ora sono file mp3 o podcast. Nel maggio del 2016 Amazon ha fatto atterrare in Italia la sua Audible. Altre piattaforme stanno cercando di inserirsi nello scenario degli audiolibri, la più recente è Storytel. Vi basterà attivare un abbonamento mensile per accedere a moltissimi titoli e autori, dai classici ai contemporanei letti e interpretati da attori, più o meno famosi, del panorama italiano.

 

Audiolibro

Perché li scegliamo?

Sono comodi: non abbiamo bisogno di portarci un libro o un supporto per ebook, ma solo il nostro smartphone.

Non richiedono alcun tipo di sforzo visivo, infatti durante l’ascolto possiamo dedicarci ad altre mansioni e riposare la vista.

Audiolibro killed the book star?

L’audiolibro non causerà l’estinzione del libro, sono esperienze differenti, ma possiamo definirlo un ottimo alleato dei lettori perché risponde a una mancanza, quella del tempo. Trovare del tempo per leggere un buon libro, nella nostra società, non è più così facile, scegliere l’audiolibro può essere una piacevole risposta a questa esigenza. Provare per credere.

Scopri i nostri Focus