Scatola aperta contenente carta da imballaggio

La carta da imballaggio è una componente fondamentale per chi effettua spedizioni e vuole garantire la protezione del contenuto. Spesso si pensa, erroneamente, che sia sufficiente posizionare la merce all’interno di una scatola di cartone per tenerla al riparo da eventuali urti. In realtà, soprattutto quando si inseriscono più prodotti in uno stesso collo, è proprio la carta da imballaggio che impedisce alle singole parti di venire in contatto l’una con l’altra, preservandone così l’integrità fino al momento della consegna. È possibile utilizzarla per avvolgere singolarmente i prodotti oppure, accartocciarla e posizionarla tra l’oggetto e le pareti del collo, in modo da creare uno strato di spessore.

Questo materiale, che può essere facilmente trovato in commercio in varie tipologie, ha la doppia valenza di essere molto resistente ma, al tempo stesso, leggero e poco ingombrante. Senza considerare il basso impatto ambientale: basti sapere che l’Italia si posiziona al quarto posto nella classifica europea per utilizzo di carta da riciclare e 9 imballaggi su 10 provengono da materiali di recupero.

Produrre carta da materia prima vergine inquina di più l’ambiente, contrariamente, Il riciclaggio consente un grande risparmio in termini di energia elettrica e acqua. In base ad alcune stime dell’Agenzia statunitense EPA (United States Environmental Protection Agency), il riciclo della carta riduce del 35% l’inquinamento idrico e del 74% l’inquinamento atmosferico.

Tali caratteristiche lo hanno reso tra i prodotti più diffusi nel settore del packaging, sia per il commercio all’ingrosso che al dettaglio.

Pacchi incartati con carta da imballaggio

Quali tipi di carta da imballaggio è possibile trovare in commercio?

  • Oleata e paraffinata: risultano quasi trasparenti, vengono utilizzate principalmente per prodotti alimentari.
  • Velina: semitrasparente poiché di spessore particolarmente ridotto.
  • Plasticata: la superficie è ricoperta da uno strato molto sottile di materiale plastico come polietilene e cloruro di polivinile.
  • Da pacchi: robusta al tatto e resistente a strappi.
  • Kraft: particolarmente consistente, è a prova di trazione e lacerazione (dal tedesco kraft: “forza”). Generalmente di color avana, è la più usata tra i materiali cartari destinati all’imballaggio.

Dove è possibile acquistarla?

Reperire questo materiale è molto più semplice di quanto si immagini. In caso di pigrizia o mancanza di tempo, lo shopping online ti permette di acquistare comodamente da casa presso uno dei numerosi portali dedicati alla vendita di packaging, oppure, puoi recarti direttamente presso uno dei punti vendita specializzati nel fai da te e nel bricolage.

 

Scopri di più sulle curiosità dal mondo del web