La lettera di vettura è il documento che accompagna tutte le spedizioni permettendo di verificarne in ogni istante la tracciatura, successivamente alla fase del ritiro. Ma perché è così importante?

 

Se non effettui regolarmente delle spedizioni è possibile che tu non abbia mai sentito parlare della lettera di vettura. Eppure, scambiando due chiacchiere con il costumer care dei principali portali online di spedizioni, abbiamo appreso che spesso, anche chi è più pratico, sembra non conoscere del tutto il corretto utilizzo e le caratteristiche di questo importante documento.

A discapito di quanto si possa pensare, sono molti gli elementi a cui fare attenzione quando si invia merce e il rischio di concentrarsi solo su alcuni di essi è sempre dietro l’angolo. La probabilità di buona riuscita di una spedizione è in gran parte affidata al corriere che si occupa di gestirne il trasporto, dalla presa fino alla consegna a destino. Ma anche chi acquista l’ordine riveste (inconsapevolmente) una buona parte di responsabilità sul suo esito. Così abbiamo redatto una piccola guida con tutte le informazioni utili riguardo il documento di trasporto. Da adesso in poi potrai spedire senza avere più dubbi.

 

Che cos’è una lettera di vettura

Partiamo dalle basi. La lettera di vettura, conosciuta anche con l’acronimo LDV o come documento di trasporto, è il certificato che riepiloga tutti i dettagli della spedizione. Parliamo di mittenza e destinazione, peso della merce, numero dei colli, numero di riferimento, data in cui è stato generato l’ordine e codice a barre. A seconda del corriere scelto alcune informazioni possono variare: con SGT e Nexive per esempio, la data indica il giorno in cui è predisposto il ritiro, mentre per SDA il giorno è relativo al momento in cui è stato effettuato l’acquisto. Alcuni corrieri come BRT poi, riportano anche tutte le dimensioni in cm del collo, su altri invece sono indicati solamente peso e volume.

Se prenoti l’ordine online, generalmente, riceverai la tua LDV tramite email. In caso contrario, se il documento dovesse tardare ad arrivare, ti consigliamo di contattare subito l’assistenza clienti e verificare di aver evaso con successo il pagamento.

Per assicurarti poi che il corriere effettui la presa senza problemi, stampa il foglio in doppia copia, in modo completo e ben visibile in tutte le sue parti. Nota fondamentale: non aggiungere mai manualmente nessun dato sulla LDV. Il corriere riceve già telematicamente tutti i dettagli da te inseriti in fase in acquisto. Assicurati piuttosto di compilare correttamente i campi durante la prenotazione. Si tratta di una piccolezza capace di evitarti seccature come il mancato ritiro.

 

 Una ragazza firma una copia della lettera di vettura alla consegna

 

Utilizzo e finalità

Se vuoi che la tua spedizione si concluda con successo, è fondamentale applicare sempre il documento al collo prima del ritiro. Per farlo ti basta del nastro adesivo e se vuoi garantirne l’integrità, puoi inserirlo in un’apposita tasca in plastica trasparente, così resterà ben protetto. Può sembrare un’operazione banale, eppure tantissime spedizioni ogni giorno falliscono proprio per questo motivo. La lettera di vettura permette non soltanto di seguire la tracciatura, ma consente al corriere di verificare che l’ordine parte prepagato. Che cosa significa? Che il costo della spedizione è già stato evaso in fase di prenotazione e quindi lo spedizioniere incaricato dovrà consegnare senza chiedere alcun importo aggiuntivo al destinatario.

Per quanto riguarda la seconda copia, dovrà essere fatta firmare dal corriere al momento della presa e conservata dal mittente come prova di avvenuto ritiro. In questo modo, qualora dovessero presentarsi anomalie nel tracking, potrai contattare il servizio scelto per spedire e far aprire una pratica avvalendoti appunto della firma del corriere, per procedere con le opportune verifiche.

Come vedi, bastano davvero delle minime accortezze per evitare brutte sorprese, sia al mittente che al destinatario.

 

Scopri di più sul mondo delle spedizioni online