Osservatorio astronomico paradigma dell'osservatorio nazionale influencer marketing

Ultimamente si parla sempre più spesso di influencer marketing. Ma che cos’è? Onim è la risposta.

«Poca osservazione e molto ragionamento conducono all’errore; molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità».
(Alexis Carrel)

Ho sempre guardato a questa frase di Carrel, fisiologo del ‘900, come un monito a quelle persone che tendono ad essere troppo riflessive, ma solo di recente ho intuito come questa affermazione non si ferma solo a questo livello. L’avvertimento dello scienziato, infatti, è il suggerimento di un metodo che non esclude il ragionamento anzi lo comprende e lo richiede, ma parte dall’osservazione. È proprio questa la proposta di Onim, l’osservatorio nazionale influencer marketing: osservare, comprendere e capire un fenomeno per poterlo sfruttare al meglio.

Cos’è l’Onim e com’è nato? 

Onim è un’associazione no profit aperta a tutti gli stakeholder che operano nel settore. Nasce da un’esigenza specifica ben espressa da Matteo Pogliani, founder dell’ONIM e partner di Open-Box:

“Da professionista impegnato quotidianamente in progetti d’influencer marketing sentivo, come tanti, l’esigenza di avere un’istantanea reale dello scenario italiano andando oltre percezioni e mode. L’estrema attenzione attorno al tema influencer ha sì portato maggiore attenzione, ma ancora poca consapevolezza. I dati di questo e dei successivi report hanno proprio l’obiettivo di fare finalmente cultura sull’influencer marketing, facendo così crescere la coscienza di marketer e brand e spingendoli ad avere un approccio più critico e strategico. Una base di partenza, il report, su cui confrontarsi e, ove possibile, migliorare”.

Gli esperti di Open Box (la “madre” di Onim) hanno avvertito il bisogno di esaminare un fenomeno che fa ormai parte delle nostre vite. Perché è necessaria un’analisi? Perché non basta sapere è essenziale conoscere.

 

Pc con scritta influencer marketing

Qual è l’obiettivo dell’osservatorio?

L’obiettivo è quello di fare corretta informazione sull’influencer marketing per portare marketer e brand ad avere un approccio più consapevole e strategico nei confronti di questa realtà.
Il metodo è semplice, lo abbiamo già accennato: osservare, comprendere e capire. Da qui nasceranno nuovi modi di intendere questa disciplina che a tutti gli effetti sta diventando una vera e propria scienza.

Cos’è l’influencer marketing?

Questa è la definizione che ne dà Onim: l’Influencer marketing è un’attività che si prefigge di coinvolgere e utilizzare le qualità di individui di forte riferimento e reputazione (gli influencer) per obiettivi di comunicazione aziendale.
Una leva che si basa sull’identificazione di figure che hanno influenza su potenziali acquirenti, creando attorno a esse progetti e attività specifiche.
Un tipo di comunicazione che si distanzia dall’advertising, trovando, nel supporto degli influencer, una forma di validazione sociale.

L’Influencer marketing è dunque la capacità di influire, di condizionare e generare un passaparola strategico che incide in maniera importante sulla popolarità di un brand. Se fino alla fine degli anni ‘90 questo processo avveniva per mezzo dei testimonial attraverso alcuni canali, ora sono gli Influencer, reali o virtuali, a farla da padrona grazie ai social media.

Sfruttando il servizio di reportistica offerto dall’osservatorio è possibile analizzare quale influencer o strategia sia più adatta al proprio brand e ottimizzare anche questa parte del marketing aziendale. Molta osservazione e poco ragionamento.

Facile, no?

Scopri i nostri Focus