Bicchieri in plastica sostituiti da Pcup

Pcup nasce dall’omonima startup ligure nel 2018, grazie ai giovani fondatori Lorenzo Pisoni e Stefano Fraioli, per proporsi come alternativa ai monouso in plastica.

 

Un modo per rispettare l’ambiente e ottimizzare il processo di pagamento, eliminando le code alle casse. Come? Grazie ad un chip interno che può essere connesso direttamente al proprio cellulare. All’ingresso del locale il bicchiere viene rilasciato dietro pagamento di una cauzione che verrà poi restituita insieme a Pcup, dopo il suo utilizzo. In caso contrario, si potrà conservarlo e portarlo a casa come gadget della serata.

Una trovata smart e vicina alle esigenze dell’ambiente.

Con il divieto dei monouso in plastica entro il 2021 da parte dell’Unione Europea, sono sempre più numerosi gli interventi mirati allo studio di soluzioni alternative. Si conta infatti che il 70% dell’inquinamento marino derivi proprio da materie plastiche.

Intervenire subito è fondamentale, ed è possibile farlo attraverso un’unica soluzione capace di abbattere gli sprechi sia in termini di tempo che risorse.

Come funziona Pcup

Il bicchiere è dotato di un chip sul fondo collegabile tramite smartphone all’app dedicata, così è possibile pagare direttamente online saltando le file in cassa. Un’opportunità significativa anche lato marketing, considerando che in questo modo si può accedere a tutti i dati sulle abitudini di consumo.

Stefano Fraioli, spiega: «Grazie al chip possiamo tracciare per la prima volta l’ultimo miglio della filiera delle bevande, fornendo una miniera di informazioni utili per nuove strategie di marketing. I bicchieri si possono personalizzare: non più oggetti da buttare a fine cocktail, ma gadget che si possono portare a casa e riutilizzare. Con un guadagno ulteriore per i locali».

La scelta del materiale poi, oltre a renderlo sostenibile, contribuisce al rispetto degli standard di sicurezza previsti nei grandi eventi come partite e concerti.

Una volta scaricata l’applicazione, si avvicina il cellulare al chip, collegando quindi il bicchiere alla propria utenza è possibile ricaricarlo tramite carta. Anche l’ordine della consumazione si svolge online, si può scegliere infatti il drink che si desidera dal menù della piattaforma e recarsi direttamente al bancone. Il barman passerà il bicchiere davanti a un lettore per rilevare l’ordine e concludere telematicamente il processo di pagamento. Così si evita la noia delle lunghe attese in cassa, con la comodità di poter disconnettere il bicchiere dal proprio profilo quando si vuole.

 

I vantaggi del silicone

Il silicone è stato scelto perché ha la capacità di essere resistente ma morbido al tempo stesso e, a differenza della plastica, non rilascia sostanze tossiche. Questo ha permesso di realizzare un bicchiere leggero, maneggevole, pratico nella forma per stoccaggio e impilaggio.

Lorenzo Pisoni dichiara: «Siamo i primi a proporre un sistema funzionale e conveniente per accettare, in anticipo, la sfida lanciata dall’Unione Europea che ha bandito dal 2021 il consumo dei prodotti di plastica monouso che rappresentano il 70% dei rifiuti marini. Abbandonare l’usa e getta porta a un risparmio immediato in termini di costi di pulizia e smaltimento e, in alcune amministrazioni, anche di Tari. Ma non ci limitiamo a fornire un bicchiere ecologico. Attorno c’è una gamma di servizi che passano per la nostra app: dai pagamenti digitali all’analisi dei dati di consumo e di vendita, fino alla gestione della community dei clienti attraverso contenuti esclusivi e push notification».

Ma non è tutto.

Attraverso l’app è possibile leggere tutte le informazioni sui precedenti utilizzi del bicchiere, dai luoghi in cui è stato usato, alla plastica che ha permesso di risparmiare. Un modo per partecipare attivamente a questa iniziativa eco sostenibile.

 

Ragazzi che ballano ad un evento sponsorizzato da Pcup

Sponsor d’eccezione

National Geographic ha scelto l’idea di Pcup per promuovere la campagna “Planet or Plastic”, a seguire la Nazionale Italiana di Rugby, che lo ha messo a disposizione dei tifosi durante le partite del Sei Nazioni allo stadio Olimpico di Roma. A questi si aggiunge l’Alcatraz, noto locale milanese per concerti e serate danzanti.

Inoltre, a partire dal 19 agosto, nei principali luoghi della movida italiana, inizierà un tour di lancio del prodotto, così da avvicinare i più giovani alla cultura del riuso.

Accelerata da Acquarius Ventures, dallo scorso 29 marzo la startup ha lanciato una campagna di equity crowdfunding finalizzata a raccogliere 150 mila euro in 60 giorni.

 

Scopri di più sul mondo delle startup