IdeationHub è il nuovo progetto Volkswagen per la mobilità

Lavorare al lancio di nuovi servizi di mobilità, strizzando l’occhio ai nuovi trend tecnologici, è il futuro delle startup. Per portare idee sempre diverse e innovative, Volkswagen Group ha lanciato IdeationHub. Si tratta di una divisione del reparto IT per supportare e finanziare startup disruptive, che muovono i primi passi nell’ambito della mobilità.

Al grido di “Be part of our future”, un team di IT, ingegneri, designer e commerciali, prende ad esame i progetti. I programmi più innovativi e in linea con le esigenze della casa madre sono poi scelti per compiere il passo successivo. Il tutto è svolto nella sede di Wolfsburg.

Ma come funziona il processo di selezione? Quali caratteristiche devono avere le nuove imprese?

IdeationHub: la selezione delle startup

Il processo di selezione è sviluppato in tre step e consente a giovani team con idee creative di presentare, direttamente sul sito dell’azienda, la loro idea. La proposta sarà valutata attentamente prima di procedere al secondo step. Se ritenuta idonea, viene inserita in un pitch round con tre possibili proposte di collaborazione.

  1. Sviluppo di un progetto pilota: con il supporto del team di IdeationHub, la startup riceve le skill necessarie per creare insieme il proprio business plan
  2. Investimento: può essere fatto un finanziamento diretto o la startup può essere acquisita dal Gruppo
  3. Future Mobility Incubator: la startup è inclusa nell’incubatore e può usufruire delle expertise dell’azienda

Mobilità on demand, infotainment, sicurezza, infrastrutture intelligenti e servizi dedicati sono le tematiche che stanno più a cuore alla casa automobilistica tedesca. Sulla base di queste vengono selezionate le startup dal team di Ideation:Hub. Ciascuna nascente impresa ha a disposizione, inoltre, un budget di 15.000 euro.

 

La sinergia con Future Mobility Incubator

Il nuovo progetto di Volkswagen completa un processo già iniziato a Dresda che mette al servizio dei propri dipendenti, ma anche delle startup incubate, un servizio di mentoring della durata di 200 giorni. In questo ciclo si apprendono tutte le caratteristiche del mercato, in ambito mobilità e tecnologia, acquisendo le skill necessarie per essere sempre più competitivi e accrescere anche le proprie conoscenze personali. Un benefit che diventa fondamentale non solo per l’azienda ma anche per le capacità del singolo lavoratore.

Il colosso tedesco rimane al passo con i tempi, dando vita a un hub di innovazione sfruttando un’esigenza di mercato crescente.

Scopri di più sul mondo delle startup