Pagamento ContactlessNuove modalità di pagamento, i wearable device sono l’ultima frontiera dell’innovazione.

Una celebre frase attribuita alla scrittrice inglese Virginia Woolf recitava così: “Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna” e di questi tempi potremmo aggiungere “che gli tiene il portafogli nella borsa”.  Già, chi di voi uomini non ha mai affidato alla propria compagna il portafogli perché troppo ingombrante o perché indossavate un abito privo di tasche? E quante di voi è riuscita nella magistrale impresa di chiudere la pochette contenente i vostri averi e quelli del vostro uomo?

È quasi magia Contactless

Il futuro sembra dalla parte di tutti, infatti i metodi di pagamento si stanno evolvendo sempre più in direzione della tecnologia contactless (letteralmente “senza contatto”) che prevede il pagamento attraverso il semplice gesto di appoggiare la carta di credito/bancomat al POS e sotto la soglia dei 25€ non richiede l’inserimento del PIN. Semplice, veloce, quasi magico.

Pagare con un accessorio: i wearable device

Da quando ha fatto il suo ingresso nel panorama mondiale il fenomeno contactless ha superato le incertezze e i dubbi sulla sicurezza della transazione. Un rapporto pubblicato da MasterCard sostiene che nella seconda metà del 2015 i pagamenti contactless sono cresciuti in Europa del 170% anno su anno, e nel 2016 sono triplicati. L’incremento della fiducia in questo tipo di pagamenti è stata la molla che ha permesso lo sviluppo e la diffusione di nuovi metodi di pagamento: i wearable device.

La tecnologia indossabile è l’ultima frontiera dell’innovazione. Poter pagare attraverso l’orologio, il fitracker che portiamo al polso e l’anello che portiamo al dito rende la transazione più agile e abbatte il rischio di subire furti o dover girare per le città con portafogli ingombranti.

Pagamento con anello Contactless

Quali sono i device wearable?

In Italia è già possibile pagare attraverso smartwatch e alcuni fitracker collegandoli alla propria carta di credito. Sono anche stati lanciati i primi braccialetti-borsellino da Unipol con il nome di Latspay, estraendo il cip dalla propria carta di credito e inserendola nel bracciale la tecnologia contactless penserà al resto. Un altro metodo per effettuare transazioni senza bisogno di estrarre la carta di credito è Kerv, un comodo ed elegante anellino. Questo prodotto non ha bisogno di essere ricaricato, è impermeabile e non deve essere collegato al cellulare per funzionare. Ma l’ultima moda in fatto di tendenza e tecnologia è un progetto nato dalla collaborazione tra Levi’s e Google Jacquard. Si tratta di una giacca in jeans in grado di dialogare con alcune applicazioni come Spotify e Google Maps, ma l’obiettivo è quello di renderla anche un mezzo di pagamento.

Il futuro veste tecnologia

Entro il 2020, secondo MasterCard, il 62% dei device verranno abilitati al pagamento. Si aggiungono così nuovi metodi di pagamento che potrebbero incrementare anche l’utilizzo della criptomoneta e della Blockchain. Questo tipo di tecnologia è caratterizzato da un elevato livello di sicurezza e rende le operazioni quotidiane più rapide. A Londra, per esempio, l’utilizzo del contactless è molto diffuso sui mezzi pubblici. Per spostarvi in città non avrete bisogno della magica borsa di Mary Poppins vi basterà indossare un anello per avere il mondo a portata di mano.

Scopri i nostri Focus